LA FONDATRICE DI SAVE THE DOGS DIVENTA CAVALIERE D’ITALIA (blog Code di stampa)

Posted in NEWS ANIMALISTE with tags on 10 luglio 2012 by samilla

 

E’ la prima volta che un’animalista viene insignita col titolo di Cavaliere della Stella d’Italia e l’onore, meritatissimo, è toccato a Sara Turetta, fondatrice e preseidentessa di Save The Dogs and the other animals, l’onlus scelta da  noi autori di Code di Stampa come beneficiaria dei diritti d’autore della nostra antologia.

Sara ha dichiarato in proposito:

“Quando ho ricevuto la comunicazione da parte dell’Ambasciatore Cospito sono rimasta davvero colpita e commossa dalla notizia. Non solo perché è un grande onore essere insignita di un tale riconoscimento ma anche perché attraverso di esso viene celebrato il  valore di chi si occupa della sofferenza degli animali”.

L’onoreficenza le verrà consegnata da Napolitano il prossimo 10 luglio a Bucarest.

Gli autori di Code di Stampa si congratulano con Sara, anche se il suo più grosso successo resta sempre l’encomiabile e incessante attività che ogni giorno ella svolge assieme ai suoi collaboratori, spesso nell’indifferenza o, peggio, nel biasimo dei media italioti

LINK ALLA NOTIZIA: http://codedistampa.wordpress.com/2012/07/09/la-fondatrice-di-save-the-dogs-diventa-cavaliere-ditalia/

Vivisezione – lettera a Schifani, Monti e Fini: l’Italia dica Basta!

Posted in NEWS ANIMALISTE with tags , on 28 giugno 2012 by samilla

GEAPRESS – “L’Italia dica No alla vivisezione”. Lo chiedono gli Eurodeputati IdV Andrea Zanoni, Niccolò Rinaldi, Giommaria Uggias e Gianni Vattimo con una lettera indirizzata al Presidente del Senato Renato Schifani, al Premier Mario Monti, al Presidente della Camera Gianfranco Fini e ai presidenti della XIV e XII commissione del Senato, alla vigilia del voto dell’art. 14 della Legge Comunitaria 2011 riguardo i criteri e i vincoli di recepimento della direttiva 2010/63/UE sulla sperimentazione animale.

L’Italia ha l’occasione di rimediare agli errori commessi in sede europea e di interpretare il sentimento della stragrande maggioranza degli italiani”, si legge nella lettera. La Direttiva Ue 2010/63/UE, osteggiata in sede di votazione al Parlamento europeo dai deputati IdV, fissa le regole per la sperimentazione animale ma non la vieta. “Riteniamo che vi siano concreti margini per migliorare questo testo e inserire importanti restrizioni al recepimento della direttiva – scrivono gli Eurodeputati IdV – Quali il divieto di allevamento, esportazione, movimentazione, detenzione, commercio e vendita di animali in via di estinzione, primati non umani, cani e gatti destinati alla sperimentazione e l’obbligo di ricorrere a metodi o strategie di sperimentazione che non comportino l’uso di animali”. L’effetto immediato sarebbe la chiusura del canile lager di Green Hill (Montichiari, Brescia) già oggetto di un’interrogazione alla Commissione europea da parte di Zanoni.

La Direttiva Ue fissa degli standard ma ogni Stato membro può andare ben oltre – spiegano i deputati – Per questo chiediamo all’Italia di inserire nel testo di legge tutta una serie di provvedimenti che vadano nella direzione del superamento di questa barbara e desueta pratica e dello sviluppo di metodi alternativi che non prevedano il sacrificio di poveri animali. L’Italia oggi ha l’occasione di lanciare all’Europa una sfida etica e di civiltà. È un’occasione importante che abbiamo il dovere di non sprecare”.

 

link originale: http://www.geapress.org/sperimentazione-animale/vivisezione-lettera-a-schifani-monti-e-fini-litalia-dica-basta/29395

 

Mickey Rourke e il canile in Romania

Posted in NEWS ANIMALISTE with tags on 20 giugno 2012 by samilla

 

Mickey Rourke, il noto attore tornato alle luci della ribalta grazie al film “The Wrestler” ha deciso di acquistare un terreno a Bucarest per contribuire alla costruzione di un grande canile.

Questo suo impegno è nato durante le riprese nella capitale romena del film “Dead in Tombstone”, quando la presenza di numerosi randagi nelle strade di Bucarest lo hanno spinto a dare a più cani la possibilità di essere adottati.

In prima persona Rourke ha promesso di donare 250 mila euro e si attiverà per una campagna di raccolta fondi che mira al raggiungimento della cifra di un milione e mezzo di euro.

L’attore ha anche dichiarato di voler garantire una presenza frequente sul posto per evitare che si crei speculazione intorno a questo progetto.

Dopo l’acquisto del terreno, è stato ingaggiato un team del posto che si occuperà da vicino del progetto.
In prima linea ci saranno i veterinari Mircea Zeta e Corneliu Simion.

 

LINK ALLA NOTIZIA: http://www.tuttogreen.it/mickey-rourke-e-il-canile-in-romania/

Livorno: cucciolo di volpe si infila in pizzeria, proprietaria lo salva

Posted in NEWS ANIMALISTE with tags on 5 giugno 2012 by samilla

Peserà circa settecento grammi, il microscopico cucciolo di volpe che lo scorso weekend si è infilato in una pizzeria di Scarlino, nel livornese.

Il locale era gremito quando il piccolo, disorientato e confuso, si è letteralmente precipitato oltre l’ingresso. I suoi movimenti erano così rapidi che nessuno, inizialmente, è stato in grado di comprendere a quale specie appartenesse.

Poi la sorpresa: l’animale non era né un cagnolino né un gattino, ma un cucciolo di volpe arrivato da chissà dove.

 

Troppo giovane e incosciente per temere gli umani, il cucciolo si è dimostrato assai fiducioso nei confronti delle persone che gli si sono avvicinate ed è stato probabilmente grazie alla sua mitezza che Anna Maria Mancuso, proprietaria del ristorante, è riuscita a metterlo in salvo con relativa facilità.

Il piccolo è stato preso in consegna dalla signora che lo ha tenuto ricoverato in casa per tutta la notte, in attesa che personale esperto di fauna selvatica venisse a prelevarlo la mattina seguente.

Il Tirreno, che riporta la notizia, non specifica quali istituzioni si siano prese carico del cucciolo. Ci si può soltanto augurare che si trattasse di un CRAL, un Centro Recupero Fauna Selvatica, e che la piccola volpe sia stata immediatamente trasportata in un’area protetta.

È importante che un animale come la volpe comprenda, fin da piccolo, che la nostra specie è da temere. È la più pericolosa di tutte.

LINK: http://all-4animals.com/2012/06/05/livorno-cucciolo-di-volpe-si-infila-in-pizzeria-proprietaria-lo-salva/

Salvati dal macello, rischiano di ritornarci

Posted in IPPOASI with tags , on 31 maggio 2012 by samilla

 

MARINA DI PISA ? Sing Song, trotter di colore baio, sarebbe dovuto diventare un campione e far guadagnare un sacco di soldi ai padroni. Ma dopo avere cercato di sfruttarlo a dovere, gli umani si sono accorti che il carattere di questo «quattro zampe» era molto indipendente, orgoglioso e ribelle a ogni diktat. Così un giorno hanno sentenziato: «Non corri? Allora andrai al macello, sarai un campione di bistecche». Lo hanno salvato per un soffio i volontari di Ippoasi e lo hanno portato nella loro riserva, a Marina di Pisa, tre ettari e mezzo alla foce dell?Arno.

LE STORIE – Povero cavallino: all?inizio era diffidente, scontroso, persino aggressivo. «Adesso è diventato un tesoro. E? libero e felice», racconta Egon Botteghi presidentessa di Ippoasi, onlus nata per salvare gli animali da macellazione. Di storie come quella di Sing Song ce ne sono molte nella felice fattoria toscana e per ogni animale, una settantina per ora, hanno un diario. Come le mucche Terra e Luna, per anni legate e imprigionate in una stalla senza mai vedere il sole; oppure il pony Liu che aveva rifiutato di diventare il giocattolo di un bambino viziato. Come non ricordare poi le storie strappalacrime degli asini Abramo e Cagliostro (anche loro condannati alla morte), dell?anatra Ugo che si è salvata miracolosamente dall?alluvione della Lunigiana, delle capre Rachele e Giulia, dei cani beagle da laboratorio Pompadour e Trombino.

L’APPELLO – Storie a liete fine. Fino ad oggi. Perché adesso il centro, dove ogni giorno arrivano le scolaresche per capire la meraviglia degli animai allevati allo stato brado e non trasformati in schiavi rischia lo sfratto e i settanta animali il macello. «Se entro il 30 giugno non troveremo una nuova sistemazione ? conferma Egon Botteghi ? il nostro rifugio dovrà essere smantellato e gli animali rischiano di essere sacrificati. Abbiamo chiesto aiuto al Parco naturale di Migliarino San Rossore, al Comune e alla Regione. Far morire così la nostra associazione, tra le pochissime in Italia, sarebbe un gravissimo errore. E non solo per gli animali ma per il ruolo sociale che svolgiamo. Oltre alle visite delle scolaresche collaboriamo a molti progetti sociali per anziani, diversamente abili e per il recupero di tossicodipendenti».

LE PROMESSE – Qualcosa si sta muovendo per fortuna. La Regione ha promesso un suo interessamento diretto per salvare Ippoasi e trasferirla nel Parco di San Rossore-Migliarino-Massaciuccoli. Devono essere risolti problemi burocratici, ma la speranza c?è anche se il tempo dello sfratto si avvicina. E anche gli animali sembrano aver capito qualcosa. Sono inquieti, come Lorenzo l?agnellino strappato al banchetto di Pasqua 2012. «Una notte abbiamo sentito i suoi belati disperati: qualcuno lo aveva messo nel pollaio dell?Ippoasi. ? raccontano i volontari del centro – Lì è rimasto una settimana, il tempo di appurare che fosse in grado di nutrirsi da solo e che fosse sano, poi è stato liberato nel grande recinto, vicino al gregge delle capre. Oggi ha anche un amico: il montoncino Peter un altro degli animali salvati».

Marco Gasperettimgasperetti@corriere.it

 

link: https://apps.facebook.com/corrieresocial/animali/12_maggio_30/oasi-animali-salvati-dal-macello-rischio-sfratto_1ecbf0c6-aa67-11e1-8196-b3ccb09a7f99.shtml

 

WEB DELL’ASSOCIAZIONE: http://www.ippoasi.org/

A rischio morte alcuni dei cuccioli sequestrati stamani a Bergamo

Posted in NEWS ANIMALISTE on 22 maggio 2012 by samilla

 

 

GEAPRESS – Stanno molto male tre dei diciannove cuccioli sequestrati stamani dalla Polizia Stradale di Bergamo, sottosezione di Seriate. I loro aguzzini erano due slovacchi, un uomo ed una donna, che a bordo di una costosa Jeep Cherokee  si stavano recando a Milano. Un normale controllo in autostrada, alle 5.30 di oggi, nei pressi di Grunello. Fermato il grosso mezzo, i poliziotti sono stati subito attirati dai guaiti.

Gli inquirenti ritengono che la situazione di maggiore criticità riguardasse lo stato di pressoché totale soffocamento dei diaciannove poveri animali stipati all’interno dei tre trasportini, a sua volta sommersi dai bagagli. Due dei tre cuccioli, già non si alimentano più e si teme ora per la loro vita.
Classe 1965 lui e 1978 lei, dovranno ora tornarsene con altro mezzo nel loro paese. La Polizia Stradale, infatti, ha sequestrato, oltre ai diciannove cuccioli, anche la Jeep Cherokee con cui è stato compiuto il reato. La donna, che al momento del fermo era al volante, non ha esitato nel tentare una via diversa. Ha preso uno dei cuccioli e lo ha offerto, per chiudere un occhio, ad uno degli agenti. E così, in aggiunta al resto, è’ stata denunciata anche per tentata corruzione. I due dovranno complessivamente pagare 42.000 euro di sanzione amministrativa relativa a numerose violazioni. I cani, privi di microchip e documentazione sanitaria, sono tutti di varietà da compagnia: Yorkshire, Cavalier King, Carlino, Bulldog francese.

Contestate anche le violazioni relative al maltrattamento di animali. I due si sono difesi sostenendo che stavano portando gli animali da una zia in Svizzera.

LINK ORIGINALE: http://www.geapress.org/m/a-rischio-morte-alcuni-dei-cuccioli-sequestrati-stamani-a-bergamo-fotogallery/27776

CONFERENZA OIPA PER I CANI DELL’UCRAINA A FIRENZE

Posted in NEWS ANIMALISTE with tags , on 14 maggio 2012 by samilla

SERATA OIPA PER I CANI DELL’UCRAINA A FIRENZE

Conferenza aperta al pubblico

con presentazione del libro testimonianza del fotoreporter
Andrea Cisternino
“Randagi – Storie di uomini e animali”
Pubblicazioni Phoenix – Kiev, Ucraina
i cui proventi saranno interamente devoluti per aiutare i randagi ucraini

19 maggio 2012

Ore 19.00

https://www.facebook.com/events/463024980378736/

Lo Chalet di SMS di Rifredi

ingresso principale via Vittorio Emanuele II, 303
ingresso secondario via Filippo Corridoni, 112
Firenze